Ortodonzia Estetica. Cosa scegliere?

Tenersi i denti storti piuttosto che mettere l’apparecchio?

Avere un bel sorriso e i denti dritti risultano ormai uno dei motivi principali per farsi curare dal dentista. Il trattamento per eccellenza nella cura della patologie legate alla malocclusioni è l’apparecchio ortodontico che di norma può essere fisso o mobile.

I pazienti più giovani preferiscono di solito l’apparecchio fisso con esiti del trattamento che rasentano il 98%. Classicamente il paziente adulto, non abituato all’idea di portare l’apparecchio, opta per alternative terapeutiche al trattamento convenzionale. A volte l’apparecchio viene associato a sensazioni di fastidio e di imbarazzo e quindi viene scartato da alcuni pazienti adulti.

Negli ultimi anni si sono sviluppate tecniche di cure ortodontiche che hanno come finalità la cura della malocclusione con il minimo disconfort emotivo per il paziente.

APPARECCHIO ORTODONTICO CON ATTACCHI TRASPARENTI

La scelta di questo tipo di tecnica permette di curare i casi più complessi di malocclusione  utilizzando forze controllate per lo spostamento dei denti. Il materiale ceramico di conformazione dei brackets preprogrammati, ottenibile dalla più avanzata tecnologia di progettazione, offre degli attacchi con le informazioni di tip, torque,in/out. La posizione finale dei denti e la forma dell’arcata viene scelta dall’operatore seguendo le prescrizioni Roth,MBT ecc.

Gli attacchi sono traslucenti e con un’estetica molto attraente, le durevoli proprietà meccaniche si mantengono grazie al loro design. Viene assicurata la meccanica di spostamento del dente anche con tecnologia low friction e scivolamento dell’arco con minima frizione.

MASCHERINE TRASPARENTI

Utilissimo per la correzione degli affollamenti del gruppo frontale e con ottimi risultati grazie alla compliance del paziente, il trattamento con mascherine trasparenti risulta il gold standard nella terapia ortodontica estetica.

La progettazione del caso viene realizzata a computer con tecnologia 3D permettendo di programmare la posizione finale dei denti. Il polimero trasparente per uso medico non provoca allergie e presenta un alta resistenza all’usura. Il movimento dentale viene assicurato grazie alla mancanza di forze eccessive generate dagli allineatori minimizzando i traumi.

Per il paziente risulta il trattamento più comodo per la versatilità del prodotto e la possibilità di rimuovere le mascherine in qualsiasi momento garantendo la massima igiene.

ORTODONZIA LINGUALE

Il bonding di un apparecchio fisso sulla superficie linguale dei denti viene  eseguito nei casi in cui le meccaniche ortodontiche non sono gestibili dagli allineatori rimovibili. Si tratta infatti di tecniche con un controllo più approfondito del dente e permette la correzione di lievi affollamenti.  Idealmente questa tecnica nasce per l’esigenza di nascondere completamente l’apparecchio permettendo l’esito clinico garantito.

Offre la stessa affidabilità clinica dell’apparecchio convenzionale, senza compromettere la bellezza del sorriso. Gli attacchi vengono disegnati individualmente per ogni dente minimizzando l’ingombro e permette di poter trattare anche i casi più gravi di affollamento severo.

CONCLUSIONI

Non esiste una risposta definitiva per la scelta del miglior apparecchio estetico ortodontico, ogni caso è una storia a sé e ogni paziente ha i suoi trascorsi sia personali che clinici.

Ogni caso va studiato individualmente con un tracciato cefalometrico e in base alla relazione spazio disponibile – spazio richiesto si può optare per una tecnica o un’altra.

Gli allineatori trasparenti risultano molto pratici e permettono il mantenimento dell’igiene orale ma si necessita un grado di compliance maggiore da parte del paziente che deve portare le mascherine almeno 22 ore al giorno.

L’apparecchio linguale è completamente nascosto agli occhi indiscreti ma risulta a volte ingombrante con un periodo d’adattamento maggiore rispetto agli allineatori rimovibili.

Gli attacchi trasparenti fissi risultano l’opzione terapeutica più versatile e permette di correggere tutte le malocclusioni ma risulta sempre più vistoso degli allineatori o l’ortodonzia linguale.

2018-05-22T20:43:02+00:00